loading
Dove Siamo
Chiamaci
Rovato

Via 25 Aprile, 231

Numero di telefono
Manerbio

Via Cremona, 101

Numero di telefono
Assistenza
Orzinuovi

Via Milano, 164

Numero di telefono
Assistenza
  • Ritorno agli utili dal 2020: margine operativo della gestione caratteristica pari al 2%, free cash flow operativo positivo[1]
  • Il punto di break-even finanziario scende a 800.000 veicoli
  • Elettrificazione e leadership nel campo della CO2: tutti i modelli avranno una versione elettrica entro il 2024
  • Migliorare l’efficienza dei costi di produzione e logistica e il rapporto costo del lavoro/ricavi per raggiungere livelli di benchmark
  • Intenzione di mantenere e modernizzare tutti gli stabilimenti e di rinunciare a licenziamenti
  • Il centro di Ricerca e Sviluppo di Rüsselsheim diventerà un centro di competenza globale per il Groupe PSA
  • Ampliare gli sbocchi commerciali: sfruttare le possibilità di esportazione per il marchio Opel e sostenere la crescita dei veicoli commerciali leggeri Opel/Vauxhall
  • L’applicazione del piano PACE! libererà immediatamente il potenziale di Opel/Vauxhall e aprirà la strada verso un futuro sostenibile

Rüsselsheim.  Michael Lohscheller, CEO di Opel Automobile GmbH, ha annunciato oggi il piano strategico PACE!* volto a riportare il gruppo a fondamentali finanziari sani e ad aumentare crescita e competitività in maniera sostenibile. Tutte le iniziative di PACE!*contribuiranno a generare un flusso di cassa positivo e a produrre un margine operativo della gestione caratteristica per la divisione auto pari al 2% nella prima fase (entro il 2020) e al 6% entro il 2026. L’unione delle forze di Groupe PSA produrrà sinergie per 1,1 miliardi di euro entro il 2020 e a 1,7 miliardi di euro entro il 2026. Tutte le azioni contribuiranno a ridurre il punto di pareggio finanziario per Opel/Vauxhall a 800.000 veicoli, creando un modello di business in grado di produrre profitti, indipendentemente dalla situazione congiunturale.

Avendo pieno accesso alle tecnologie di Groupe PSA, Opel/Vauxhall diventerà un leader europeo nel settore della CO2. Entro il 2024, tutti i modelli europei saranno elettrificati e offriranno una versione puramente elettrica, con propulsione a batteria, oppure ibrida plug-in accanto a efficienti motori a combustione interna. Opel/Vauxhall avrà sul mercato quattro modelli con versioni elettriche già nel 2020, tra cui Grandland X PHEV e la prossima generazione di Corsa con una versione totalmente elettrica.

Da oggi al 2020 l’azienda aumenterà la propria competitività, riducendo tra l’altro i costi di ogni vettura di 700 euro. L’efficienza dei costi di marketing migliorerà di oltre il 10%. Le efficienze generali aumenteranno riducendo la complessità per tutte le funzioni con un rapporto tra spese generali e amministrative e ricavi che scenderà dal 5,6% al 4,7% e con l’obiettivo di portare l’azienda verso i livelli di benchmark del settore per quanto riguarda il rapporto tra costo del lavoro e ricavi. L’ottimizzazione dei costi di ricerca e sviluppo e degli investimenti in conto capitale al 7-8% dei ricavi automotive, dei processi di produzione e amministrazione entro il 2020 e la liberazione di capitale circolante per un importo di 1,2 miliardi di euro entro il 2022 contribuiranno al raggiungimento di ulteriori sinergie.

Il miglioramento della competitività degli stabilimenti produttivi porterà ad assegnazioni di nuovi veicoli che assicureranno un tasso di utilizzazione migliore nella prossima decade. Tutti gli stabilimenti Opel/Vauxhall saranno resi in grado di produrre veicoli con le due piattaforme di Groupe PSA, CMP ed EMP2. Un SUV costruito sulla piattaforma EMP2 sarà realizzato ad Eisenach nel 2019; mentre a Rüsselsheim giungerà un veicolo del segmento D basato sulla piattaforma EMP2. L’assegnazione della produzione di nuovi motori ai siti Opel/Vauxhall si accompagnerà al passaggio dai propulsori e dalle trasmissioni di GM a quelli di Groupe PSA.

“PACE! libererà tutto il nostro potenziale. Il piano è fondamentale per l’azienda, per proteggere i nostri dipendenti dalle crisi e trasformare Opel/Vauxhall in un’azienda sostenibile, in grado di generare profitti, elettrica e globale. Il nostro futuro sarà garantito e contribuiremo allo sviluppo di Groupe PSA con l’eccellenza dell’ingegneria tedesca. L’attuazione è già iniziata e tutti i team sono determinati a raggiungere gli obiettivi”, ha dichiarato Michael Lohscheller, CEO di Opel.

Il piano è strutturato con la chiara intenzione di conservare tutti gli stabilimenti e di evitare licenziamenti in Europa. La riduzione, necessaria e sostenibile, dei costi della manodopera, sarà raggiunta attraverso misure innovative di intervento sull’orario di lavoro, piani di uscita volontari e prepensionamenti.

Tutti i nuovi modelli Opel/Vauxhall saranno ingegnerizzati a Rüsselsheim, che diventerà un centro di competenza globale per l’intero Groupe PSA. Sono già state identificate le prime aree di competenza, per esempio le celle a combustibile, alcune tecnologie di guida autonoma e lo sviluppo dei sistemi di assistenza alla guida. Ciò a garanzia della qualità ingegneristica tedesca e della realizzazione di innovazioni accessibili. In generale, il numero di piattaforme utilizzate da Opel/Vauxhall per i propri modelli scenderà dalle 9 attuali a 2 nel 2024. Inoltre le famiglie di motori saranno ottimizzate, passando dalle attuali 10 a 4. “L’allineamento delle architetture e delle famiglie di propulsori ridurrà sostanzialmente la complessità in termini di sviluppo e produzione, consentendo di ottenere economie di scala e sinergie e contribuendo alla redditività generale”, ha dichiarato Lohscheller.

Opel/Vauxhall passerà alle architetture di Groupe PSA, efficienti e flessibili, più presto di quanto inizialmente previsto. A partire dal 2024, tutti i modelli Opel/Vauxhall saranno realizzati sulle architetture comuni di Groupe PSA. I prossimi arrivi saranno Combo nel 2018 e la prossima generazione di Corsa nel 2019. Questo ritmo continuerà con un lancio importante ogni anno. Contando tutte le versioni, Opel/Vauxhall lancerà 9 nuovi modelli da oggi al 2020. La gamma consentirà di aumentare la capacità di definizione dei prezzi e ridurrà la distanza dal benchmark di quattro punti.

La crescita delle vendite dei marchi Opel/Vauxhall, rafforzati e dal profilo più definito, sarà sostenuta da nuove offerte finanziarie, ancora più interessanti, e dall’offerta di leasing full service da parte dei Servizi Finanziari di Opel e Vauxhall.

Inoltre da oggi al 2022 Opel entrerà in più di 20 nuovi mercati esteri. Oltre a ciò, Opel esaminerà possibilità di esportazioni profittevoli in tutto il mondo nel medio periodo.

Per favorire la crescita nel settore dei veicoli commerciali leggeri (LCV), particolarmente interessante dal punto di vista finanziario, Opel/Vauxhall lancerà nuovi modelli ed entrerà in nuovi mercati, con il chiaro obiettivo di aumentare le vendite di veicoli commerciali del 25% dal 2017 al 2020.

“PACE! è stato elaborato da Opel/Vauxhall a vantaggio dei nostri dipendenti e delle nostre aziende per migliorare fin da subito le nostre performance”, ha dichiarato Lohscheller.

 


* PACE (pronuncia: peis) è un termine inglese che significa ritmo, velocità.
[1]
Definito come ROI + D&A – capex – Capitalised R&D – Change in NWC