loading
Dove Siamo
Chiamaci
Rovato

Via 25 Aprile, 231

Numero di telefono
Manerbio

Via Cremona, 101

Numero di telefono
Assistenza
Orzinuovi

Via Milano, 164

Numero di telefono
Assistenza
  • Con oltre 85.000 unità già superati a ottobre i livelli dello scorso anno
  • I veicoli commerciali Opel crescono di oltre il 26%
  • La quota di mercato sale in 20 paesi europei

 

Rüsselsheim.  Opel Movano, Vivaro, Combo e Corsa Van prendono velocità: già dopo la prima metà dell’anno Opel aveva annunciato un risultato superiore alle attese. La tendenza positiva è proseguita e la Casa tedesca ha già venduto un numero di veicoli commerciali leggeri superiore a quello raggiunto in tutto il 2014. A metà ottobre Opel ha già ricevuto più di 85.000 ordini in tutta Europa.

 

 “Si tratta di un risultato fantastico per il nostro nuovo team,” ha dichiarato Steffen Raschig, Director Commercial Vehicles. “Siamo anche riusciti ad aumentare in modo significativo le quote dei nostri tre modelli ‘core’ - Combo, Vivaro e Movano - nei rispettivi segmenti. In generale, i commerciali Opel sono cresciuti di oltre il 26%, a fronte di un incremento del mercato europeo pari a quasi l’8%.” Lo scorso anno Opel ha riunito tutte le attività relative ai veicoli commerciali all’interno di una nuova organizzazione guidata da Steffen Raschig con l’obiettivo di sviluppare in modo consistente il settore nell’ambito della strategia di crescita DRIVE! 2022. Il programma sta dando i frutti attesi.

 

Il nuovo Vivaro ha compiuto il salto più grande con una crescita di 1,9 punti percentuali e ora detiene una quota di mercato del proprio segmento superiore all’11%. Da quando è diventato ordinabile, Opel ha ricevuto più di 100.000 richieste per Vivaro.

 

Rispetto a tutto il 2014, la Casa ha registrato i tassi di crescita maggiori nel settore dei veicoli commerciali in Irlanda (+50%), Polonia (+20%), Finlandia (+19%), Spagna (+12%) e Francia (+11%).

 

Opel Italia contribuisce in modo importante alla crescita europea dei veicoli commerciali  con una variazione del +18% rispetto al periodo gennaio-settembre 2014.

vai al bottone sopra